Tuesday, 12 May 2009

Politi parte IV

Devo chiedere il permesso di soggiorno.
E' un'odissea cominciata un anno fa, per il ponte del 25 aprile, all'ambasciata norvegese di Edimburgo e che va ancora avanti da allora, mai terminato.
Allora, torniamo a quel 25 aprile. PIOVE! Ma va!
Entro in un taxi con TQON e chiedo per l'ambasciata, il tipo, scozzesissimo, mi dice che non mi conviene prendere il taxi perche' l'ambasciata e' proprio dietro l'angolo, anche se la mappa di Google la infilava nei pressi di Canicatti', in Sicilia.
Il console non c'e', c'e' la segretaria, una punk di 45 anni ricoperta di piercing, giacca di pelle, con una gonna a fiorellini nera e i classici zatteroni (ambasciata di Norvegia ad Edimburgo, ho testimoni). Prende i documenti, mi chiede dei soldi, poi ci pensa su e dice che i soldi non li vuole perche' sono europea. Dopo un paio di giorni mi chiama la Console con il fascicolo in mano e mi dice che lo mandera' MA non e' sicura di quando arrivera' ad Oslo e SE arrivera', mi prendo la responsabilita', impegnandomi di non attraversare il confine fino a che non ho la risposta definitiva. Intanto passa un mese, lascio la mia casa in Scozia, ritorno in Italia, passa un altro mese. Chiamo i servizi internazionali UDI, mi dicono che hanno un numero di pratica, ma che non sanno niente, passa un altro mese, mi trasferisco in Norvegia comunque, sono sotto Schengen con visto turistico automatico, passano altre due settimane. Arriva la lettera: in Italia. Passa un altro mese, la lettera arriva in Norvegia. THO permesso di soggiorno respinto: non ho presentato i requisiti adatti per richiederlo. Comunque posso rimanere in patria con il visto turistico automatico di 3 mesi, estendibile a 6 per persone in cerca di lavoro...
Allo scadere dei 3 mesi, nonostante le informazioni gia' ricevute, incominciano menate e paranoie: prima odissea dalla Polizia. Il primo giorno, l'ufficio e' chiuso. Il secondo con 500 persone in fila, gli uffici aperti quando pare a loro e, se le domande sono troppe, SI CHIUDE! Ciao! Alla prossima, quando apriamo... Forse... Chissa'...
Adesso di nuovo la trafila, perche' mi devono mettere in regola con il contratto, ed e' ora visto che sono in nero da un anno momenti.
Stamattina ore 7.36 a fare la fila della fila, per prendere il biglietto. MA NO! Oggi l'ufficio e' chiuso!
Apre domani. Ma mica dalle 8 come quelli dei servizi al cittadino (norvegese), apre alle 10.00, perche' sono piu' fighi, e come ho detto prima, solo alcuni giorni a settimana.
Se sei straniero sei tagliato fuori in tanti modi e questo e' uno dei tanti: e se io alle 10.00 lavoro?? che cazzo faccio? Si presuppone che io straniero, non faccio un cazzo visto che se faccio qualche cosa, debba perdere il mio giorno di lavoro e che comunque c'e' la fila dalle 7, la macchinetta che fa i biglietti apre alle 8 e poi dalle 8 alle 10 fai la fila davanti all'ufficio di immigrazione poi alle 10 apre l'ufficio di immigrazione e se sei tra i primi va bene, se no sei rovinato, visto che gli uffici sono 3, ma si danno il turno ed uno e' sempre chiuso. La prima volta sono stata fortunata: una tipa mi ha passato il biglietto, ho fatto un salto dal 530 al 410.

Non chiamarla discriminazione, non chiamarla mortificazione, non chiamarla, e' solo un GESTO DI OSPITALITA' sapere che un norvegese dalle 8 alle 16 puo' andare e richiedere qualsiasi documento alla Polizia, ma tu, hai solo dei giorni a settimana (non si sa quali, visto che ogni tanto sparano un post-it con su scritto "sono arrivate troppe domande, oggi chiuso"), dalle 10 alle 15.
Domani sveglia di nuovo prestissimo e giu' in citta' a fare la fila e la fila della fila per il secondo giorno... di fila.

No comments:

Post a comment