Wednesday, 24 June 2009

Una botta di conti...


Ieri mi hanno chiamato da un callcentre di recruitment.
Sciccome ultimamente mi sono informata anche per lavori all'estero, visto che qua non mi prendono per nessun tipo di lavoro ed ancora peggio, e' che col mio stipendio non riesco a fare una beata fava. Volevo fare una sorpresa ai miei per quando vengono, visto che si lamentano sempre, ma devo tirare fuori i soldi dal cilindro, non so. Alla fine utilizzero' il resto di un regalo di matrimonio... (meta' del regalo e' andato per pagare il banchetto). E continuero' a vivere in bolletta per altri 2 mesi. In fondo non sto parlando di milioni di euro, ma neanche di migliaia: pocopiu' di 300 euro anzi, specifico 2992 nok.
Dicevo, il callcentre... Mi chiama e mi dice che il lavoro per il quale avevo applicato non era piu' disponibile, ma se volevo, mi offrivano una buona posizione... A Belfast. Col coprifuoco.
Presa dalla telefonata in ascensore e scesa sulla rampa delle scale, dico alla tipa che ho gia' lavorato nel regno Unito e che me ne sono dovuta andare visto la completa inutilita' nel rimanere, con un aumento dei prezzi cosi' sproporzionato allo stipendio, che avrei dovuto comunque pagare casa e se me ne ero andata con uno stipendio di 14000, devo veramente considerare i 15000 come prezzo base per tornare.
La tipa balbetta qualche cosa tipo "si ma a Belfast te la cavi con un affitto a 200" spese escluse! Poi guardando la vacancy che aveva sotto gli occhi balbetta un "si si l'offerta di Belfast e' a... 14000" quando invece la stessa vacancy l'ho vista pure io e non ho applicato perche' era a 13500. Le ribadisco che per meno di 15000 non sono disposta a tornare e lei mi dice con aria soddisfatta che mi richiamera' nel caso ce ne fossero.
All'inizio mi sono sentita in colpa. Non ho ricevuto offerte di lavoro da parecchio tempo. Poi pero' ho pensato che nel caso qualcuno mi richiamasse, avrei dovuto stabilire da subito una cifra chiara, senza tentennamenti senza se e senza ma...
Cosi' adesso mi sono messa sotto e ho fatto i miei conti:
-Nel 2004-2005 i biglietti del treno costavano circa 4,80£ (tariffa ridotta a/r)
-Nel 2008-2009 gli stessi biglietti del treno per la stessa tratta venivano 6,80£ (stessa tariffa)
-Negli ultimi quattro anni c'e' stato un aumento di prezzo del 41,7%
-Quando ho cominciato a lavorare, nel 2006 prendevo 13000£ lordi, ma non avevo solo un lavoro, ne avevo 2, il secondo mi fruttava circa 3500£ per un totale completo di 16500£
-Con 16500£, potevo mettere da parte dirca 400£ al mese, vivendo una vita di una ragazza single normale, non proprio in costante bolletta, che spende il suo tempo libero uscendo e facendo shopping nei negozi cheap per un totale di circa 100£ a settimana di spesa tra trasporti, cibo, divertimenti e bollette. Successivamente le mie spese settimanali sono state decurtate ad una media di 60£, quindi diciamo che la proporzione di un guadagno del genere alle spese, favorirebbe la possibilita' di pagare un mutuo e quindi sarebbe l'ideale. Purtroppo tale risparmio, non contemplava i viaggi in Italia, visto che alcuni erano pagati dai miei ed altri avevano dei prezzi molto bassi allora.

Devo contare comunque che il mio potere di acquisto nel 2006 era pari ad una persona che adesso nel 2009 guadagna 23500£ annuali!!!

(Lo so che non e' statistico considerare l'aumento di un solo prodotto per calcolare un bilancio, ma e' la mia unica fonte attendibile di comparazione, quindi andro' avanti con questa teoria).

-Se decidessi di tornare a lavorare in UK, dovrei accettare quindi un attuale stipendio che parta da una base di 18500£ lordi, per avere uno stile di vita accettabile, che mi faccia pure risparmiare un po' di soldi da mandare al Furetto per comprare una casa assieme.

Qui, sia una casa intera, che un appartamento in zona residenziale, la puoi comprare dalle 100.000 euro alle 200.000 (dipende dalle stanze e da quanto e' nuova). La cosa buffa e' che gli appartamenti anche piccolissimi non saranno mai sotto le 150.000 e le case anche grandissime mai sopra i 300.000 quindi, facendo una botta di conti, conviene sempre andare per la casa. Il problema e' che noi possiamo permetterci un mutuo (30 anni) e vivere normale per 200.000 euro che si', sono piu' che sufficienti per comprare una casa a 2 appartamenti. Non per metterci mano e ristrutturarla.
Quindi per un attimo siamo ritornati all'idea dell'appartamento grande, che ha si il prezzo di una casa grande, ma ci entri e non ci metti mano. Negli appartamenti il problema non e' il mutuo che, di solito, raggiunge delle rate piu' che sostenibili, il problema qui sono le SPESE CONDOMINIALI anche conosciute come le infamissime fellegjeld e che a seconda dell'edificio in cui vai a vivere possono essere una sorpresa molto brutta. Quando si parla di fellesgjeld a 400 euro al mese, si parla di spese "normali" e di solito includono una percentuale di riscaldamento e luce, tutta l'acqua calda, internet e tv e tutti quei lavoretti di mantenimento che faresti in una casa singolarmente.
Quindi alla fine non vai male pagando le tue spese condominiali mensili, perche' sono soldi che spenderesti comunque. Il problema e' la rata del mutuo piu' la fellesgjeld che insieme fanno davvero spavento e alle quali, nelle condizioni in cui siamo adesso, non possiamo proprio sottostare.

Parentesi Italia da specificare:
Ok, in questo parametro ho preso in considerazione solo quello che e' successo in UK negli ultimi 4 anni: ovvero la gente non si e' vista aumentare lo stipendio da 2 anni, anche se i prezzi aumentano comunque del 10% all'anno riducendo sia il potere d'acquisto che la possibilita' di risparmiare. Mentre prima si guadagnava qualcosa, ora non si guadagna piu' niente. E' la crisi.
In Italia la situazione e' ancora peggiore e continua a peggiorare: l'unico esempio sul quale posso fare qualche paragone, sono gli stipendi dei lavori stagionali. Nel 1999 un full-time stagionale (12-16 ore al giorno in nero) prendeva 2.400.000 lire al mese, nel 2008 lo stesso lavoro veniva pagato 1400€. Senza contare che nel 1999 la stagione andava da aprile (fine settimana) a meta' settembre quindi venivi pagato per 6 mesi di cui 2 ridotti, mentre adesso si parla di soli 3 mesi di stipendio o 5 di cui 2 ridotti. I prezzi dei prodotti, nel frattempo , sono tutti aumentati del 100%. Si conta bene un totale in perdita di quasi 2/3!!
(E gli albergatori piangono perche' non trovano mano d'opera qualificata!!!)

Specificato: un essere umano onesto che conduce una vita dignitosa, sulla base di questi parametri NON PUO' VIVERE e infatti spesso non vive: va in giro a donare organi o parte di essi.
Capisco bene che per molti mi lamento del brodo grasso... Ma grasso quanto?

No comments:

Post a comment